Disprassia e disturbi della coordinazione e del movimento

Il lavoro con il giovane studente mira ad incrementare e migliorare la coordinazione grosso-motoria e la coordinazione oculo-manuale. Lentamente e step by step, con semplici e adeguati movimenti, legati al respiro e uniti al gioco, si esplorerà il corpo. In un clima sereno e giocoso, il bambino con disprassia si cimenterà in posizioni guidate e sostenute, che lo metteranno in contatto con le sue capacità e possibilità, sviluppando la concentrazione e la sua autostima.

Anomalie e paralisi cerebrali

Autismo e Sindrome di Asperger

Sindrome di Down

Iperattività e disturbi dell’attenzione

Disturbi alimentari

Traumi e momenti difficili